Poggio Berni: dalla Nascita ad Oggi

Storia di Poggio Berni

Poggio Berni nasce a cavallo tra il fiume Uso ed il fiume Marecchia dominando con maestosità entrambe le vallate.

Proprio questa favorevolissima posizione avrebbe contribuito, in tempi molto antichi, all'insediarsi di diverse popolazioni; secondo i ritrovamenti, infatti, i primi insediamenti risalirebbero all'età del bronzo e si sarebbero sviluppati proprio grazie alla posizione ed alla conformazione del territorio.

Come tutti i territorio circostanti, anche quello corrispondente all'odierno Poggio Berni divenne poi terra romana e prese parte alle vicende politiche ed economiche della vicina Ariminum (nome latino di Rimini).

Proprio a questo periodo risalirebbe anche l'origine del toponimo di Poggio Berni che, nonostante le ultime discordanze, si pensa deriverebbe dal latino "Podium Hibernorum", ossia "Podio degli accampamenti invernali.

Poggio Berni

L'odierno Poggio Berni, sotto la dominazione romana, sarebbe infatti stato sede di un accampamento militare posto sulle colline come sede invernale per le milizie.

Il crollo del grande impero segnò però anche il giungere delle incursioni barbare e l'aprirsi del Medioevo.

Nel corso del Medioevo, dunque, Poggio Berni finì col rientrare tra i possedimenti della nobile famiglia dei Malatesta i quali segnarono gran parte della storia del comune e provvedettero anche a fortificarne i confini.

La dominazione malatestiana terminò però nel 1600 e Poggio Berni vide salire al trono la ricca famiglia toscana dei Montemaggi.

Questi passarono alla storia per la loro umanità grazie alle caritatevoli opere nei confronti dei meno fortunati.

In seguito, Poggio Berni divenne possedimento della chiesa per poi essere assegnato alla legislazione di Forlì nel 1916.

Pochi anni più tardi, dopo un breve passaggio sotto il regno di Sardegna, Poggio Berni divenne parte del Regno d'Italia.